mercoledì 17 luglio 2019

Considerazione sul tram n°5

Ecco la prova della rigidità del sistema Tram, se un mezzo o un apparato meccanico della linea si guasta tutta la tratta si paralizza, un bus supera il bus fermo e prosegue, il tram no.
In questo caso si è guastato uno scambio rendendo impossibile anche il salto sull'altro binario degli successivi tram per poter proseguire il servizio con una tratta a binario unico alternando i convogli.
Il guasto in questo caso l'interruzione del servizio durerà diverse ore, forse fino alla tarda serata, la fortuna in questo caso è stata che il guasto si è verificato nei pressi del capolinea, quindi i tram sono stati fatti partire direttamente da 2 fermate (800mt) dopo, 800mt che i passeggeri si sono dovuti fare sotto al sole delle 15,00.
Ovviamente chi doveva usare la tramvia dalla stazione per tornare a casa dal lavoro si è dovuto fare di corsa il tragitto a piedi per non perdere il treno.
Immaginate se a rompersi fosse stato uno degli scambi del tratto a binario unico della Linea Rossa, nessun mezzo di trasporto sarebbe potuto arrivare o andare a Borgo Panigale.
Ecco perchè il tram è un mezzo superato anche se tecnologicamente avanzato, l'unica soluzione davvero smart sono i bus full electric che corrono su corsie preferenziali dedicate, veicoli flessibili, non inquinanti, economici rispetto ai tram e per niente impattanti sulla città.
Ricordatevelo quando la Priolo vi racconterà una delle #1000bugieperbologna #notram #fermiamoli




http://www.firenzetoday.it/cronaca/problema-tecnico-tramvia-ferma-giugno-2019.html?fbclid=IwAR2WsqUFtZS_yaSZGZW7lM6arCTC_B6-AHtUplepDYc8JWiBnQ9gDIzoqME

Nessun commento:

Posta un commento